Comunicato n.17 del 19/04/2021

Documento di sintesi delle problematiche connesse alla fruizione degli incentivi fiscali ecobonus e sismabonus nei Comuni dei territori colpiti da eventi sismici di cui al D.L.34 del19/05/2020 e facsimile di richiesta di attestato

Pur non rientrando l’accesso agli incentivi fiscali di cui al D.L.34 del 19/05/2020 tra le competenze dell’Ufficio Commissariale, è da ritenersi che i benefici previsti per i territori dei Comuni terremotati dall’art. 119 siano elemento di grande importanza ai fini della ricostruzione, in quanto consentono di cumulare benefici di carattere fiscale ai contributi erogati dalla Struttura Commissariale o di utilizzarli in alternativa a questi ultimi.

La normativa, però, lascia spazio a dubbi interpretativi di rilievo che sono stati indicati da tutti i Commissari Straordinari nominati per la ricostruzione delle zone terremotate del Paese e sintetizzati in un documento predisposto dal Dipartimento “Casa Italia” della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che si allega al presente comunicato per quanto di utilità anche per i tecnici nominati dai privati per la ricostruzione degli edifici danneggiati dal sisma.

Questo Ufficio richiede, però, con separata nota, risposte univoche a livello nazionale che possano consentire scelte ragionate e prive di incognite senza le quali il fine che la legge si è prefissa non verrà raggiunto: delle risposte, non appena pervenute, si darà notizia sul sito commissariale e attraverso  i consueti sistemi di comunicazione.

Sul sito commissariale, al link “https://commissariosismaareaetnea.it/dichiarazione-art-119-c-4ter-d-l-34-2020/“, è pubblicato il fac-simile da utilizzare per richiedere l’attestato finalizzato all’ottenimento dei benefici fiscali di cui alla norma più sopra indicata,  che prevede l’aumento del 50% degli incentivi fiscali “eco bonus” e “sisma bonus” per gli interventi di ricostruzione riguardanti i fabbricati, con esclusione degli immobili destinati alle attività produttive, danneggiati dal sisma in alternativa al contributo commissariale per la ricostruzione; il concetto di “alternativa”, come chiarito in alcuni dei quesiti posti dai Commissari, è ancora da approfondire, comunque l’attestato in parola, ove lo si ritenga utile, è già rilasciabile dall’Ufficio.

 

Il Commissario Straordinario

Dott. Salvatore Scalia

 

Allegati