Predisposizione scheda parametrica relativa alla fase di ricostruzione

E’ in corso di predisposizione la scheda parametrica relativa alla fase di ricostruzione dei territori dei comuni dell’area etnea danneggiati dal sisma del 26 dicembre 2018: notizie dettagliate in merito sono state fornite, anche dalla struttura commissariale, con la collaborazione di un esperto proveniente da L’Aquila, agli ordini professionali degli ingegneri, architetti, geometri e geologi, i rappresentanti degli Uffici Tecnici dei Comuni delle zone terremotate, il Genio Civile e la Protezione Civile Regionale, l’Ente Parco dell’Etna e
gli organi di stampa.

Una sommaria relazione sul punto verrà a breve comunicata.

Sin d’ora si invitano gli interessati alla richiesta di contributo

– a individuare i professionisti che saranno incaricati per la presentazione della scheda parametrica congiuntamente alla redazione della documentazione necessaria per la compilazione.

In proposito si sottolinea che la legge 55/2019, regolatrice della ricostruzione prevede, all’art 17 comma 1 che gli incarichi di progettazione e direzione dei lavori possono essere affidati dai privati “ai soggetti di cui all’art. 46 del codice dei contratti pubblici di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016 n.50 che siano in possesso di adeguati livelli di professionalità e affidabilità e non si trovino in condizioni ostative al rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (DURC). La legge prevede altresì ulteriori motivi ostativi alla individuazione di professionista in condizioni di incompatibilità elencate al comma 2 dell’articolo 17.

– ove possibile ad indicare l’impresa affidataria dei lavori che deve essere iscritta all’Anagrafe di cui all’art. 30 legge 229/2016 tenuto dalla struttura del Ministero degli Interni con sede in Roma (e quindi diversa da quella prefettizia) e che rispetti la normativa vigente in materia di antimafia. Le modalità per l’iscrizione sono già state comunicate e sono rinvenibili nel sito.

Il presente comunicato verrà pubblicato nel sito e comunicato ai comuni ed ai comitati dei terremotati per l’ulteriore diffusione.

Allegati